Attività

AZIONE 1) Organizzazione di corsi di addestramento rivolti al personale tecnico e realizzazione del piano di lavoro dettagliato che garantirà la buona riuscita delle successive tre azioni.


 

AZIONE 2) Attività 1 - realizzazione mappa NDVI; monitoraggio dello stato vegetativo della vite mediante tecniche di proximal sensing utilizzando strumenti atti all’acquisizione di valori georeferenziati di NDVI e di morfologia della parete vegetale. Attività 2 - realizzazione mappa vigore e ricerca delle specifiche correlazioni con l’indice NDVI. Attività 3 - realizzazione mappe qualitative e ricerca delle specifiche correlazioni con l’indice NDVI. Attività 4 – realizzazione di mappe gestionali per l’utilizzo differenziato dei fattori.


 

AZIONE 3) Attività 1 - Monitoraggio remoto da piattaforma aerea e/o satellitare utilizzando strumenti atti all’acquisizione di immagini termiche e immagini multispettrali nel visibile e infrarosso vicino. I rilievi verranno condotti durante tutto il ciclo vegeto-produttivo della vite. Attività 2 – Realizzazione del Sistema Informativo Territoriale che costituirà la base per una gestione differenziata degli interventi agronomici, delle scelte varietali e della gestione enologica.


 

AZIONE 4) Attività 1 - monitoraggio continuo tramite WSN; installazione e attivazione di un sistema di monitoraggio per rilevare con continuità parametri ambientali (temperatura e umidità aria e suolo, bagnatura fogliare, pluviometro, radiazione solare). Attività 2 - archiviazione delle rilevazioni WSN in uno specifico sistema di raccolta, integrati con i dati di laboratorio. Attività 3 – sviluppo (software) modelli operativi di gestione sito specifici, in grado di supportare e indirizzare in maniera ottimizzata e mirata gli interventi di difesa fitoiatrica e di irrigazione di soccorso.


 

AZIONE 5) Organizzazione incontri per la valutazione in itinere del progetto e coordinamento delle singole azioni, mirato alla migliore gestione delle risorse finanziarie ed umane impiegate nel progetto.


 

AZIONE 6) Rilevi agronomici e fisiologici. Analisi chimico-fisiche e microbiologiche per la validazione dei risultati in itinere e finali.


 

AZIONE 7) Produzione di un manuale tecnico operativo nel quale saranno sintetizzati le modalità operative di applicazione dell’innovazione e i risultati ottenuti nel corso delle azioni 2, 3 e 4.


 

AZIONE 8) Redazione di opuscoli informativi. Organizzazione di workshop e convegni. Visite guidate ai vigneti sito-specifici.